Monthly Archives: aprile 2015

Dpcm precari. Esposto con diffida degli infermieri del Nursind: “Stabilizzare tutto personale con più di 3 anni di contratti a termine”

ANDREA BOTTEGA

Andrea Bottega – Segretario Nazionale NurSind

Il sindacato scrive a Presidente della Repubblica, Governo, Ministeri Salute e Pa e Commissione Ue. “Non risolve il problema del precariato. Limiti economici e temporali stabiliti nella norma non permettono di affrontare un fenomeno che anche a livello europeo ci vede condannati sotto il profilo del diritto comunitario e sottoposti a procedura di infrazione”.                                                  LA LETTERA.

27 APR – Gli infermieri del Nursind bocciano il Dpcm precari recentemente pubblicato in Gazzetta. “Non risolve il problema precariato” evidenzia il segretario Andrea Bottega che ha formalizzato un esposto-diffida al Presidente della Repubblica, Governo, Ministeri Salute e Pa e Commissione Ue in cui si evidenzia come “limiti economici e temporali stabiliti nella norma non permettono di affrontare un fenomeno che anche a livello europeo ci vede condannati sotto il profilo del diritto comunitario e sottoposti a procedura di infrazione”.

Per il sindacato degli infermieri “il suddetto piano assunzionale non adempie agli obblighi che sia la Direttiva 1999/70/CE, sia la sentenza della Corte di Giustizia del 26.11.2014, sia gli artt. 29 e segg. della L. 234/2012 hanno imposto in materia di partecipazione del Parlamento e del Governo italiano al recepimento nel nostro ordinamento di atti e sentenze comunitarie in tema di tutela dei diritti dei lavoratori nell’ambito dell’adeguamento dell’Italia alle politiche sociali dell’Unione europea”.
Inoltre gli infermieri evidenziano come “lo Stato italiano, ad oggi, non ha adottato nessuna misura preventiva idonea ad evitare e, se possibile, a risolvere le conseguenze derivanti dagli illegittimi abusi della reiterazione dei contratti a termine per tutto il personale della sanità e del pubblico impiego in generale”.

Queste le ragioni per cui il Nursind evidenzia che qualora non si procederà alla “stabilizzazione di tutto il personale precario della sanità pubblica, appartenente alle professioni infermieristiche, con più di 36 mesi di contratti a termine verranno intraprese tutte le iniziative di tutela degli infermieri dipendenti della sanità pubblica”.

Fonte: Quotidiano Sanità e il Sole 24 ORE

Vedi anche su 

Il Sole 24 Ore

ASSISTENZA FISCALE 730 – 2015 –

 

Si avvisa che  grazie alle convenzioni tra NURSIND, ANMIL, IMPRESA VERDE e CAF DIMENSIONE IMPRESA gli iscritti NurSind ed i loro familiari, possono usufruire delle prestazioni indicate nelle convenzioni consultabili tramite link sotto indicati:

Di seguito gli indirizzi degli sportelli del CAF ANMIL.

CAGLIARI
Via della Pineta, 84– 09126 –Cagliari
e­-mail cagliari@patronato.anmil.it
CARBONIA
(sed. Zonale)
Via Cagliari, 127 ­09013 ­Carbonia
e-­mail carbonia.c@patronato.anmil.it
IGLESIAS
(sed Zonale)
Via della Regione, 42­ 09016 ­Iglesias
e-­mail iglesias.ca@patronato.anmil.it

_____________________________________________________________________________________________________

Convenzione Coldiretti – IMPRESA VERDE  Cagliari – Sulcis Iglesiente, escluso Sarcidano e Barbagia di Seulo. 

Per una maggior facilità d’accesso al servizio, si riportano di seguito tutti i recapiti telefonici e indirizzi delle relative sedi territoriali COLDIRETTI alle quali rivolgersi
Per conoscere le altre sedi consultare il sito coldiretti (www.cagliari.coldiretti.it).

Vedi la convenzione qui

Se non si attribuirà la delega al CAF e si farà compilare il 730, il costo sarà di 30 €, (importi raddoppiati per il modello congiunto),  invitiamo a firmare per l’attribuzione della delega, il costo diventa in tal modo  ragionevole (15 € a modello).

Mattino 9 – 12 , Pomeriggio 16.00 – 18.00
Venerdì   9 – 12 .

Gli altri giorni (Lun-Mar-Mer), è possibile
prenotare al n.  tel. 070 9572200, evitando così, inutili attese agli sportelli.

SEDE INTERPROVINCIALE di CAGLIARI
Via Sassari, 3
Tel. 070 679571
Fax 070 667860
Email cagliari@coldiretti.it UOL di CAGLIARI
Via Sardegna, 70
Tel. 070 942515
Fax 070 9459275
Email assemini.ca@coldiretti.it UOL di ASSEMINI
Via Liguria, 27
Tel. 0781 674789
Fax 0781 663530
Email carbonia.ca@coldiretti.it UOL di CARBONIA
Via Valverde, 45
Tel. 0781 23410
Fax 0781 258445
Email iglesias.ca@coldiretti.it UOL di IGLESIAS
Via Dei Platani, 28
Tel. 070 9930319
Fax 070 9933142
Email muravera.ca@coldiretti.it UOL di MURAVERA
Via Barletta, 33
Tel. 070 883970
Fax 070 888489
Email quartu.ca@coldiretti.it UOL di QUARTU SANT’ELENA
Corso Repubblica, 19
Tel. 070 9307491
Fax 070 9301219
Email sanluri.ca@coldiretti.it  UOL di SANLURI
Via Atzeni, 40
Tel. 070 9808284
Fax 070 9806184
Email senorbi.ca@coldiretti.it UOL di SENORBI’
Via Roma, 61
Tel. 070 9309473
Tel. 070 9306114
Email villamar.ca@coldiretti.it UOL di VILLAMAR

______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Gli iscritti NurSind del SARCIDANO – BARBAGIA DI SEULO possono rivolgersi presso l’ufficio di consulenza CAF:

DIMENSIONE IMPRESA” 

ISILI – VIA UMBERTO I, 30

Prestazione fiscale 730/2015 euro 10,00.

 Telefono 0782 804069

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 Presentarsi con la tessera NurSind

 

COMUNICATO STAMPA – COORDINAMENTO REGIONALE NURSIND –

Logo_Nursind_200x200_Sassari 2

COORDINAMENTO REGIONALE NURSIND

Comunicato per Stampa

Il 16 Aprile 2015 il NurSind, sindacato delle professioni Infermieristiche, con tutti i rappresentanti di tutte le Segreteria della Regione è stato ricevuto dall’Assessore Igiene e Salute Dott.  Arru per discutere salienti punti inerenti la condizione infermieristica nelle strutture sanitarie sarde, le quali, per quanto dichiarato dal sindacato, risulta insostenibile e pericoloso, sia per gli operatori che per l’utenza.

L’incontro, incentrato soprattutto sui temi relativi alla carenza di operatori sanitari, inosservanza delle coercitive regole sugli accreditamenti di gran parte delle UU.OO. degli ospedali, nonché sull’implicita dequalificazione della professione infermieristica,  ha posto le basi per un approfondimento a breve sui punti elencati in un documento che il NurSind ha presentato circa un mese orsono, nonché sugli sviluppi della riorganizzazione del SSR.

Le varie argomentazioni hanno prodotto un reciproco impegno delle parti, volto ad analizzare prospettive e condivisione di percorsi comuni,  miranti alla garanzia di un SSR sostenibile da un punto di vista economico, normativo, contrattuale, scientifico e di evoluzione progressiva delle professioni sanitarie nel contesto organizzativo di ciascuna azienda sanitaria, la quale,  secondo l’osservazione del NurSind,  appare troppo lacunosa e sconveniente per chiunque.

Infatti, per NurSind, al fine di evitare inutile dispendio di risorse in contenziosi legali vari,  risulta urgente diramare nei confronti dei commissari delle aziende,  le opportune linee guida e disposizioni volte all’applicazione di fermi correttivi di gestione, i quali devono incidere nel  ripristino e l’osservanza dei dettami normativi di varia estrazione a beneficio dell’assistenza infermieristica e sanitaria.

Per NurSind, nel contesto carico di costrizioni e logica di revisione economica,  solamente identificando e valorizzando le professioni sanitarie ed infermieristiche in particolare,  si può ottenere una riorganizzazione del sistema salute che garantisca agli utenti una migliore percezione di risposta dal SSR  con il  minor costo istituzionale e  sociale possibile.

16 Aprile 2015

leggi la richiesta incontro  Assessorato qui