Monthly Archives: febbraio 2021

Nursind, accordo infermieri della Sardegna

Nursind, accordo infermieri. Regione: 6 milioni per 33 team di operatori sanitari, al via screening e piano vaccini covid-19.

“Siamo molti soddisfatti del risultato ottenuto grazie alla collaborazione con l’assessorato regionale della Sanità e l’ATS, nella persona del Commissario straordinario Massimo Temussi, per dare vita a un piano vaccinale e di screening della popolazione, in riferimento al Covid 19, su tutto il territorio della Sardegna.

La Regione, dopo un largo confronto con il NurSind – sindacato delle professioni infermieristiche – ha stanziato un finanziamento totale di 6 milioni per le prestazioni aggiuntive degli operatori sanitari che si organizzeranno in 33 team, dislocati in tutti i presidi dell’isola, per lo screening sulla popolazione e per portare avanti il piano vaccinale”.

A dare l’annuncio è Fabrizio Anedda, segretario e coordinatore regionale del sindacato, che ha aggiunto: “in tutta Italia il Governo ha stanziato dei fondi per le prestazioni aggiuntive, era necessario che la Regione Sardegna, in uno stato di emergenza sanitaria dettato dalla pandemia, come questo nel quale siamo costretti da un anno, con una pressione sulle strutture sanitarie e sui professionisti del settore, liberasse e autorizzasse l’uso di questi fondi, che sono peraltro previsti.

L’operazione non era comunque affatto scontata, e in questa occasione il Sindacato può dirsi soddisfatto del risultato raggiunto, in piena collaborazione con assessorato e ATS”.

L’auspicio di Anedda resta quello di mantenere un confronto vivo e proficuo con i vertici della sanità regionale su tutti gli altri temi e criticità ancora irrisolte. “Cito tra le tante – ha concluso il rappresentante del Nursind – il rapporto numero di infermieri e pazienti, e dunque le nuove assunzioni di personale, poiché la sola mobilità non è sufficiente; l’individuazione delle subintensive e il pagamento delle prestazioni nei festivi infrasettimanali”. 

Fonte:

 

LEGGI LA NOTIZIA ANCHE SU:

 

 

 

SARDA NEWS

 

 

 

 

 

      

 

_____________________________________________________

 

SARDEGNA

Vaccini: Temussi, accordo per valorizzare il personale.

Un accordo per rafforzare lo schieramento del personale che sta dando una grande mano all’attuazione del piano regionale di vaccinazioni. L’Ats ha richiesto all’assessorato regionale della Sanità l’autorizzazione per sostenere la spesa delle prestazioni aggiuntive con un aumento delle tariffa oraria per il personale medico e infermieristico, secondo quanto previsto dalla Legge Finanziaria per l’anno 2021 (l.n. 178/2020), impegnato nella somministrazione di vaccini quale misura di contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19.
    Con lo scopo di assicurare un servizio rapido e capillare per la somministrazione dei vaccini e procedere spediti nelle diverse fasi programmate dal piano vaccinale, è stato infatti stanziato un fondo in Finanziaria per l’implementazione della vaccinazione per la prima fascia di priorità di accesso.
    “Con questo accordo – spiega il commissario straordinario di Ares-Ats Sardegna Massimo Temussi – possiamo riconoscere e incentivare il grande lavoro che medici, infermieri e tutto il personale di comparto adibito al piano vaccinale stanno svolgendo, anche sulla base delle richieste avanzate dalle OSS.
    Si tratta di un bel passo avanti e una mano tesa verso la collaborazione fattiva per la realizzazione del piano con l’utilizzo, nel minor tempo possibile, di tutte le dosi disponibili, così da assicurare quanto prima l’immunizzazione delle categorie previste dalle varie fasi del piano”.
    L’impegno dei team vaccinali, che saranno composti da 7/8 infermieri, due medici, un oss e 1/2 amministrativi, oltre l’orario di lavoro tramite prestazioni aggiuntive, permetterà quindi di assicurare la copertura vaccinale in tempi relativamente brevi alle categorie previste dal piano, a partire dalla fascia di ultra 80enni, pari a 150mila unità, per un totale di 300mila dosi di vaccino da somministrare.

 
 
 

L’anno del Covid – La VERITA’ di Fausta Pileri

La verità raccontata da chi il l’ha combattuto in prima linea.

Eravamo pronti a reggere l’urto della prima ondata?

Abbiamo fatto abbastanza per prepararci alla seconda?

Le fake news, i social, le teorie negazioniste: operatori sanitari, eroi dimenticati.

️L’intervista a Fausta Pileri – ostetrica, infermiera, coordinatrice AOU Sassari, segretaria territoriale Nursind e membro del Direttivo Nazionale. 

 
 

LA SENTENZA SUI FESTIVI INFRASETTIMANALI. COME SEMPRE NURSIND NON SI ARRENDE (intervista a chi ha istruito la causa)

COMPARTO SANITÀ, CONDANNE & RICORSI: LA LUNGA STORIA DELL’ARTICOLO 9. INTERVISTA ALL’AVVOCATO MICHELE MARRA

La Suprema Corte di Cassazione in data 25 gennaio 2021 accoglieva il ricorso presentato dall’avvocato Michele Marra, in rappresentanza del dipendente dell’Aorn di Caserta Francesco Giaquinto, avverso la sentenza della Corte d’Appello che condannava il Giaquinto assieme ad un notevole numero di dipendenti dell’Aorn, alla restituzione del rimborso ottenuto in virtù di un’errata interpretazione dell’articolo 9 del CCNLdel Comparto Sanità. Oggi l’ordinanza della Corte di Cassazione che ha determinato una vera e propria rivoluzione all’interno del Comparto su tutto il territorio nazionale, rappresenta senza alcun dubbio, un precedente di notevole importanza ed assolutamente imprescindibile, per ogni futura trattativa sindacale.