Monthly Archives: novembre 2016

IL 9 NOVEMBRE 2016 INCONTRO CON L’ASSESSORE

IL 9 NOVEMBRE ALL’INCONTRO CON L’ASSESSORE CI BATTEREMO PER DIFENDERE I DIRITTI NEGATI AI LAVORATORI

1) DIFESA DELLO STIPENDIO PROGRESSIONI ECONOMICHE, INDENNITÀ ACCESSORIE, RICHIESTA DI FONDI AGGIUNTIVI DA PARTE DELLA REGIONE, PAGAMENTO FESTIVI;

2) INCREMENTO DELLE DOTAZIONI DI PERSONALE PER COMBATTERE CARICHI DI LAVORO ECCESSIVI, GARANTIRE IL RISPETTO DELLE NORME SULLE PAUSE E I RIPOSI, IMPEDIRE IL DEMANSIONAMENTO;

3) CONSENTIRE AI DIPENDENTI PERCORSI DI MOBILITÀ VOLONTARIA PRESSO I REPARTI DEI PRESIDI DELLA PROPRIA AZIENDA E LA CONCESSIONE DEI NULLAOSTA PER ALTRE AZIENDE. Cagliari 05 Novembre 2016.

Firmato: Nursind (Anedda Fabrizio)  Fials (Paolo Cugliara) Fsi  (Pusceddu Mario) Nursing Up (Diego Murracino)

Scarica il Volantino Area Autonoma qui

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO – RIVENDICARE I DIRITTI NEGATI AI LAVORATORI

Le Organizzazioni Sindacali Autonome del Comparto Sanità Pubblica, Fials, Fsi, Nursind e Nursing Up, rappresentative a livello Nazionale nel Comparto Sanità Pubblica, si confronteranno Mercoledì 9 Novembre con l’Assessore alla Sanità Dottor Luigi Arru con un unico obbiettivo:

RIVENDICARE I DIRITTI NEGATI AI LAVORATORI

Sorprende la convocazione Dell’Assessore Arru su tavoli separati poiché oggi appartenere all’area Sindacale Autonoma, in Sardegna, porta con se un significato importante: il riconoscimento e l’adesione dei lavoratori, l’essere maggiormente rappresentativi nelle ASL della nostra Regione. Il vecchio sistema Dīvĭdĕ et īmpĕrā non funziona più; Gli accordi Sindacali hanno efficacia giuridica solamente quando vengono firmati dalla maggioranza degli aventi diritto pertanto, le scriventi pretendono con forza, e senza eccezione alcuna, il rispetto delle regole del CCNL del Comparto Sanità: Tutti gli aventi diritto devono essere convocati allo stesso tavolo di contrattazione! Questo sia a livello Regionale che a livello Aziendale, in particolare nella costituenda Azienda per la Tutela della Salute ( ATS). Oggi in maniera univoca e compatta si rivendica l’applicazione corretta degli Istituti contrattuali, chiediamo un’interpretazioni corretta, scevra da visioni soggettive, appartenenti ad aziendalisti giustizieri, lontane dalle norme e ancor più dai lavoratori. Chiediamo un confronto produttivo, indirizzato alla tutela dei lavoratori, che permetta di trovare soluzioni condivise su diversi Istituti contrattuali resi mortificanti per gli operatori della sanità e di seguito rappresentati in elenco:

Dotazioni Organiche;

• Carichi di lavoro;

• Pronta Disponibilità;

• Mancato pagamento dei festivi ai turnisti;

• Aumento dell’orario di servizio di 10 minuti per la pausa;

• Mancata Concertazione dei criteri per l’assegnazione delle Posizioni Organizzative, Coordinamenti e Progressioni Orizzontali;

• Disdetta unilaterale degli accordi integrativi sulle indennità del 118, Della Psichiatria e del Pronto Soccorso;

• Mobilità selvaggia;

• Negazione di diritti quali: Part Time, Comando, Aspettativa e nulla osta per mobilità. Argomenti per i quali TUTTI i Sindacati, RSU comprese, in segno di protesta hanno aderito alla giornata del Sit in di Lunedì 24 Ottobre scorso. Cagliari 05 Novembre 2016.

Firmato: Nursind (Anedda Fabrizio)  Fials (Paolo Cugliara) Fsi  (Pusceddu Mario) Nursing Up (Diego Murracino)

Scarica il comunicato stampa congiunto qui